Apri il menu principale

Pagina:Nietzsche - La volontà di potenza, 1922.djvu/267


— <f una persona » non avrebbe senso. Sono portatx)ri, strumenti di trasmissione. c) La « persona » è un fatto relativamente isolato — se si considera l'importanza ben maggiore della continuità e della me- dia, la persona è quasi qualcosa contro natura. Per formare una personalità ci vuole un certo periodo di isolamento, di obbligo a un'esistenza difensiva e in armi, qua,lcosa come un immuramento, una maggior forza di conclusione, e anzitutto una impressionabilità ben inferiore a quella dell'uomo medio, la cui umanità è contagiosa. Prima domanda riguardo alla gerarchia: sino a che punto uno ha degli istinti solitari o degli istinti da gregge (in quest'ultimo caso il suo valore sta nelle qualità che assicurano la stabilità del suo gregge, del suo tipo; nel primo caso in ciò che 10 fa spiccare, che lo isola, lo difende e rende possibile la sua solitudine). Corollario: non si de\e giudicare il tipo solitario se- condo il tipo da gregge, nè il tipo da gregge secondo quello solitario. Da un punto di vista superiore entrambi sono necessari, è special- mente necessario il loro antagonismo e nulla è più condannabile che 11 « desiderare » ch« si svolga da entrambi un terzo tipo (« vir- tìi » quale ermafrodibismo). E' così poco desiderabile quanto l'avvicinamento e la concilia- zione dei sessi. S v i 1 u p p a r e sempre più ciò che è ti- pico e scavare sempre più profondamente l'a- fa isso Idea di degenerazione in entrambi i casi : quando il gregge si avvicina alle qualità degli esseri solitari e questi ultimi a quelle del gregge, — in una parola, quando essi si avvicinano. Questo concetto della degenerazione è fuori del giudizio morale. 548. Della classe sociale. La terribile conseguenza dell'" u- guaglianza » — alla fine ognuno crede di aver diritto ad ogni pro- blema. Ogni gerarchia è stata perduta. 549. Vantaggi dello « star separati » dal proprio tempo — essere in disparte dai due movimenti, dalla morale individualistica e da quella collettiva — poiché anche la prima non conosce la gerarchia e vuol dare a ognuno la stessa libertà che dà agli altri. I miei pen-