Pagina:Le ferrovie economiche d'Europa.djvu/16

10


agricolo, che ha bisogno di spedire prontamente, e senza inutile manipolazione, i suoi prodotti in tutte le parti del Regno. L’altra linea Belgica a scartamento ridotto (1m,20) non serve che al trasporto dei carboni delle ricche miniere del Flénu, e fu fatta prima delle linee adjacenti a scartamento ordinario, e cosi, quando poi queste vennero costrutte, quelle miniere si dovettero ad esse collegare con vie di eguale larghezza, continuando le prime a servire pei carboni che vanno ad imbarcarsi sul canale da Mons a Conday, prestando così un servizio isolato pel quale lo scartamento non ha importanza speciale. L’allegato E, capo II, presenta di questa linea alcuni particolari, fra cui è interessante la dimostrazione del maggior costo di trazione di una tonnellata sulla linea a scartamento di 1.m30, che è dell’11 p. % circa maggiore del trasporto sulle altre linee a scartamento di 1.m50, appartenenti alla medesima rete; ma questa eccedenza è dovuta solo per un quinto allo scartamento ridotto ed al minor effetto utile, che n’è la conseguenza: il resto è frutto di speciali circostanze, che rendono necessarie maggiori spese sulle linee ristrette.

La Svezia può dirsi il paese classico delle ferrovie economiche, ciò che se in parte è dovuto allo scartamento ridotto colà adottato sù vasta scala, avviene però anzitutto pel basso prezzo degli articoli di prima necessità pella costruzione, e specialmente del legname di cui si fa grande uso, non che pel sistema di proscrivere inesorabilmente da ogni opera quanto non è indispensabile pello scopo cui è destinata, senza riguardo a bellezza o conforto.

È difficile dare per iscritto una idea di simile sistema, quantunque vistolo una volta difficilmente lo si dimentichi. Noterò tuttavia i ponti di ferro (all. F) di cui per eccezione và ricca la linea di Uddewalla; il disegno di ponte girante detto all’Amen cava presenta dei tratti caratteristici di leggerezza e di economia, degni di essere imitati (vedasi la tavola), e lo stesso può dirsi degli altri ponti della medesima linea; sono opere la cui travatura in ferro costa appena L. 800 il metro lineare, oppure che costano L. 1300 compreso le pile robustissime, quantunque abbiano più di 40m di luce. Questi sono elementi reali di economia, e analoghi ad essi sono quelli