Apri il menu principale

Pagina:La tempesta (Shakespeare-Maffei).djvu/110


341

ATTO QUARTO




SCENA I

Alla grotta di Prospero.


PROSPERO, FERDINANDO, MIRANDA.


                      prospero.
Se rigido con te mi comportai,
Spero di riparar con larga emenda
Questa offesa. Uno stame io t’ho donato
Della stessa mia vita, o meglio il solo
Mio vitale elemento; e qui di novo
L’affido alle tue mani. Ogni tortura,
Cui ti volli soppor, fu solo a prova
Dell’amor tuo. Risposto in modo egregio
Tu v’hai. Del cielo in faccia or ti raffermo
Questo mio dono prezïoso. Il labbro
No, non torcere al riso, o buon Fernando,
Se di lei con tal vanto io ti favello;
Però che t’avvedrai come d’immenso
Tratto lo avanzi e sminuisca il vero.