Pagina:La ritrosa.pdf/1


LA RITROSA





Voi sete pura più che neve al monte,
     Ma sete altera quanto una regina;
     Una grazia di Dio vi brilla in fronte,
     Ma il vostro sguardo punge come spina:
     Avete tolto la freschezza al fonte,
     Lo splendore a la stella mattutina.

Al giglio avete tolto il suo candore,
     E a me, bellina, mi toglieste il core.
Col candore del giglio vi adornate:
     Ma del mio cor, bellina, che ne fate?


LUIGI MORANDI




9213


Prop. della Ditta A.Forlivesi e C.Firenze.