Pagina:Il voto alle donne.pdf/22


— 22 —

Kirche, Küche (bambini, chiesa, cucina). Socialisti e socialiste, d'accordo, trovarono utile non giocare il tutto pel tutto, contentarsi, per il momento, della trincea conquistata, e accettarono la transazione. Ecco dunque sfuggite a Turati anche le “ammirevoli„ lavoratrici dell’Austria. Che cosa più gli rimane?

Rimane a me di spezzare una lancia in difesa del Comitato nazionale pel suffragio femminile.

Perchè, in verità, non mi riesce di spiegarmi tanta rigidità di partito di classe, di fronte al movimento femminile non proletario, mentre, nei rapporti coi partiti politici borghesi, i socialisti hanno smussato così generosamente gli spigoli della loro classica intransigenza delle origini. Dacchè — e per delle ottime ragioni, che qui non discuto — le tendenze affinistiche bloccarde o popolariste presero il disopra nel partito — fino ad abbracciare, al di là della più rosea democrazia, il liberalismo delle “sante memorie„ e del “panteismo sociale„ — quando mai il partito socialista accampò la pretesa di poter lavorare con uomini di altri partiti e di altre classi, soltanto a patto.... che diventino socialisti e prendano il battesimo nelle pure acque proletarie? Forsechè le donne di qualunque ceto — professioniste, impiegate, insegnanti, commercianti, direttrici di industrie — non hanno tutte le ragioni del mondo di reclamare per sè i diritti di cui godono gli uomini? 0 potrebbero venir loro contesi, solo perchè la loro bandiera fosse moderata o clericale?

Se i socialisti si sentissero convinti fautori di un suffragio universale autentico, e non a scartamento ridotto, saluterebbero con viva soddisfazione anche le suffragiste non proletarie, come un coefficiente efficace all’auspicata vittoria. Solo si riserberebbero di combattere quella qualunque proposta di legge, che intendesse limitare il voto ad alcune categorie femminili privilegiate.

E ciò, non perchè i diritti politici e amministrativi, per le donne non proletarie, rappresentino una specie di sport o di snobismo politico. Ma perchè le donne — al di là della solidarietà di sesso — appartengono anch’esse alle varie classi sociali, e il voto femminile, limitato alle sole classi superiori, si risolverebbe in un voto plurimo, concesso alle classi