Pagina:Iacopone da Todi – Le Laude, 1930 – BEIC 1854317.djvu/83


Alma, lo tuo vestire — si sonno le virtute;
nulla ne puoi avere — che siano sceverate:
pur brigale d’envenire — con tutto el tuo valore.
Alma, per te vestire — Cristo ne fo spogliato,
per tuoi piaghe guarire — esso fu vulnerato,
34io cor se fe’ aprire — per renderte vigore.
Alma, or te ben pensa — en que l’hai tu cagnato:
per vii piacer de offensa — tu l’hai abandonato;
el corpo si t’è en piacenza — e fatto l’hai tuo amadore.
Alma, lo corpo è quello — che t’ha giurata morte,
guardate ben da elio, — ché ha losenghe molte
40ed è inalvascio e fello — ed ètte traditore.