Pagina:Iacopone da Todi – Le Laude, 1930 – BEIC 1854317.djvu/328


lxxxix. Arbore de l’amore divino pag. 205 xc. Como l’anima se lamenta con Dio de la caritá super- ardente in lei infusa » 208 xci. Come l’anima per santa nichilitá e caritá perviene a stato incognito ed indicibile » 217 xcii. Como per la ferma fede e speranza se perviene a tri- plice stato de nichilitá » 224 xeni. Pianto de la Madonna de la passione del figliolo Iesu Cristo » 228 xciv. Como l’onore e la vergogna contendono insieme.» 231 xcv. Altro cantico nel quale pur se parla de anichilaziotie e trasformazione, come nella xcii lauda de sopra posta. Ed in due stanzie de questa appare defetto» 232 xcvi. Excusazione che fa el peccatore a Dio de non poter far la penitenzia a la quale da lui è confortato.» 234 xcvii. Amaestramento al peccatore che se vòle reconciliare con Dio » 237 xcviii. Como la ragione conforta l’anima che retorni a Dio» 240 xcix. Condizione del perpetuo amore » 242 c. De la incarnazione del verbo divino » 243 ci. Como il vero amore non è ozioso » 246 en. Come è da cercare Iesú per sommo diletto, el quale è nostro fine; e cusi termina in lui questo volume» 253 Nota: I. [di G. Ferri] » 257 II. [di S. Caramella] » 270 Glossario » 279 Indice dei capoversi .» 315