Pagina:Iacopone da Todi – Le Laude, 1930 – BEIC 1854317.djvu/196


Vocce currendo, — en croce legendo,
nel libro che c’è ensanguinato:
ca essa scrittura — me fa en natura
ed en filosofia con ventato/
O libro signato/ — che dentro se’ aurato
e tutto fiorito d’amore!
e chi O amor de te d’agno" dir porria? — magior Z2L che mar magno/
A chi c’ è anegato — de sotto e da lato
e non sa dove sia,
e la pazia — gli par ritta via
de gire empazato”á’amore.