Apri il menu principale

Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1910, VII.djvu/265


fregi a questo eccelso grado ha accresciuti. Anche il Fratello de- gnissimo dell’E. V. va le medesime vie calcando, Savio della Repubblica e Ambasciatore al Re Cattolico per la medesima.

Ma senza più trattenersi su gl’infiniti meriti di una Fami- glia cotanto eccelsa, quelli dell’E. V. a chi non sono palesi ? La prontezza del di Lei spirito, la chiarezza dell’intelletto, la facilità de’ pensieri sublimi e della comunicativa, non sono pre- rogative che la rendono distinta, ammirata? E descendendo alle qualità personali che sono più dall’universale degli uomini cono- sciute, la dolcezza del tratto, la generosità, la brillante, moderata e gentilissima maniera del conversare, non innamora chi ha la fortuna di esserne a parte? Sì certamente, posso anch’io renderne conto a chi non ne fosse informato ; che se non ho talenti per met- tere in pratica le virtù, ho però V uso di conoscerle e di ammi- rarle.

V. E. merita essere per questa ragione dagli uomini riverita ed amata. Io dovrei più d’ogni altro darle del mio rispetto e dell’umile affetto mio un qualche segno, ma non potendo farlo sì degnamente che a Lei convenga, lo farò in quelle misure al- meno che alla bassezza mia fian permesse.

Una commedia all’E. V. offerisco, dono sproporzionato alla grandezza sua; ma che a me costa sudori, poiché se il Mondo crede che facilmente dall’intelletto mio e dalla mia mano escano queste Opere che giornalmente produco, di gran lunga s’inganna ; e se misurar si vuole la supposta facilità dall’abbondanza delle produzioni, risponderò che la necessità e /’impegno mi costringono a farlo collo scapito del mio riposo.

L’Amante Militare, che io consacro all’È. V., non e argo- mento che corrisponda alla di Lei situazione ; ma il carattere dell’Eroe principale di questa mia Commedia può in Lei rico- noscersi perfettamente. Un Uomo che apprezza l’onore più della vita, che è pronto a sagrificare tutte le sue passioni pel suo do- vere, pel suo decoro, è un ritratto fedelissimo di V. E. Della tenera passione amorosa tutti gli uomini capaci sono, perchè con questa son nati: ma il saper vincerla per l’onore, allora quando