Pagina:Foscolo, Ugo – Prose, Vol. III, 1920 – BEIC 1824364.djvu/34

28 vii - viaggio sentimentale di yorick


— Or chi pregasse quest’afflitta gentildonna perch’ella accetti la metà del suo sterzo, e che male ci sarebb’egli? — dissi tra me — e che infortunio tremendo ne verrebb’egli? —

Ogni sordida passione e trista propensione della mia natura gridarono all’arme, mentr’io proponeva il partito.

— Ci vorrà il terzo cavallo — dicea l’Avarizia; — e ti trarrà di tasca un’altra ventina di lire.

— Tu non sai chi mai sia costei — dicea la Diffidenza1.

— Né in che brighe questo imbroglio può avvilupparti — bisbigliava la Codardia.

— Fa conto, Yorick! — diceva la Circonspezione — ch’e’ si dirà che tu viaggi con l’amica, e che vi siete data la posta a Calais.

— Tu non potrai piú, d’oggi in poi — gridò strepitando l’Ipocrisia — mostrar la tua faccia al popolo.

— Né promuoverti — aggiunse la Mediocrità2 — nelle dignità della Chiesa.

— E finché tu campi — disse l’Orgoglio, — ti rimarrai prebendario cencioso.

— Ma io fo pure una gentilezza — diss’io. E perché per lo piú mi governo col primo impulso, e perciò quasi mai non do retta a cotali cabale, che non ti giovano a nulla, ch’io sappia, fuorché a smaltarti il cuor di diamante, mi volsi tosto alla dama.

Ma, mentre il concilio mio disputava3, la dama se n’era ita, né me n’accorsi; anzi, nel punto ch’io pronunziava la mia

  1. «Caution»: propriamente «cautela», «precauzione»; ma sono gemelle della «circonspezione». la quale anch’essa dice la sua. Bensí chi attendesse al significato primitivo in inglese di questa vice, e all’avversione naturale dell’autore agli uomini prudenti, tradurrebbe «prudenza»: se non che a me traduttore, guerreggiante da piú anni a viso aperto con questa virtú letteraria, non é sembrato atto cavalleresco d’interpretare rigorosamente il vocabolo, e d’assalirla con l’armi altrui [F.].
  2. «Meanness»: propriamente «mediocriià»; e in inglese si piglia sempre in mala parte, e suona «meschinità di ricchezze, d’ingegno, d’animo, di dignità». Non cosí in italiano; e questo anzi è vocabolo favorito da’ nostri scrittori: ma, perché l’autore volle dinotare con esso «il misero sentimento che l’uomo ha della propria mediocrità», e gli diede persona e parole, io non ho potuto se non se letteralmente tradurlo [F.].
  3. Le edizioni comunemente: «as the cause was pleading»: «mentre la lite si perorava». Ma un’edizione, sola ch’io mi sappia, legge «council», «concilium»: ed