Pagina:Delle notti di Young traduzione di Giuseppe Bottoni e del Giudizio universale dello stesso Young.djvu/15


► 9 *. * èlogj altrui, e perciò premura di meritarli sempre. Questa è aneo^ la ragion del disordine^ che regna in queste Notti, e della riproduzione sotto altro aspetto delle medesime idee: come vien dichiarato nella Prefazione posta in fronte all’Originale. *: / *; 1 - - «. i • •. -. > % „ As tW occasion of this Poem ^ tyà redi y noi fiBitibnsj sé the me* „ tlioà vurmed in li y Was rather „ imposed hy What spahtaneoiisly aro* „ se in thè àutoris viihd, on thdt „ occasion, than meditateti, òr dè* „ signed. «9 • n - - m Facilmente però, a mio giudizio? possono perdonarsi tali difetti, scusar si può T ostinato costume del-r Autore di riguardar sempre gli oggetti dal Iato il pitr doloroso 5 il vià tristo se si rifletta con enfasi dignitosa ei parli della Divinità, con qtiale allettatrice vivacità inviti a contemplarne la grandezza: quanta consolazione ei risvegli nel cuore degl* infelici, e degli Digitized by