Pagina:Bandello - Novelle, ed. riveduta, vol 1, 1928 - BEIC 1971550.djvu/91


casa partirsi, fecero che Angravalle da capo un’altra volta narrò loro tutto ciò che prima aveva contato. Il che puntalmente fece egli, non variando in parte alcuna il suo ragionamento. Pre- golli poi di nuovo che seco n’andassero, perché il tutto chia- ramente eglino vederebbero, conoscendo che egli non gli nar- rava bugie. Il buon vecchio alora, si per alleggerir il fallo de la figliuola, come anco per mitigar in qualche parte la còlerá e l’ira de l’adirato genero, di cui forte dubitava che contra la moglie non incrudelisse imbrattandosi le mani nel sangue di quella, cosi gli rispose : — Se il fatto sta a punto come tu dici, Bindoccia non ci ha tanta colpa come tu ti pensi, perciò che in gran parte la colpa è tua, che la notte e il giorno hai sem- pre tenuto teco questo tuo Niceno, che è pur nobil giovine e bello. Tu devevi ben sapere che la stipa non sta bene vicina al fuoco. Se il serpe in seno ti hai nodrito, tuo sia il danno. E forse che di quel che a le donne è piú bisogno averai si malamente Bindoccia trattata, che ella sará stata forzata a prove- derisi. Il perché noi a casa tua verremo e quella provigione faremo che sará tuo e nostro onore. — Detto questo, tutti si misero in camino. La donna che su l’avviso stava, come Niceno fu entrato, volle che si spogliasse e seco nel letto si corcasse, sapendo che al marito conveniva andar da l’un canto a l’altro di Napoli. E poi che con grandissimo diletto fecero piú volte correr l’acqua a l’ingiú, volle ella che Niceno .si mettesse in- dosso una camicia de la mutola, con certo drappo in capo come faceva essa mutola, di modo che vedutolo a l’improvviso, non Niceno ma la mutola si sarebbe creduto. Pose poi i panni di Niceno in luogo giá previsto. Poi ammaestratolo di quanto far deveva, ella molto secura attendeva la venuta del marito, avendo prima concio il letto di modo che ella sola vi pareva esser giacciuta. Cosi anco compose la carriuola. Or ecco arrivar il marito con gli altri. Trovato a la posta il famiglio, e inteso che Niceno non era partito, salirono le scale, e cominciò An- gravalle coi piedi a scuoter l’uscio. A questo romore, la donna come da lungo sonno destata disse: — Chi è lá? — Poi, sembiante facendo di riconoscer il marito che gridava:—Apri, apri,