Pagina:Bandello - Novelle, ed. riveduta, vol 1, 1928 - BEIC 1971550.djvu/429


INDICE 423 Il Bandelle» a la molto magnifica e vertuosa signora la signora Cecilia Gallerana contessa Bergamina salute pag. 283 Novella XXII. — Narra il signor Scipione Attellano come il signor Timbreo di Cardona, essendo col re Piero di Ragona in Messina, s’innamora di Fenicia Lionata, e i vari e for- tunevoli accidenti che avvennero prima che per moglie la prendesse » 284 Il Bandello al magnifico cugino carissimo messer Giacomo Francesco Bandello » 313 Novella XXIII. — Astuzia d’una fanciulla innamorata per salvar l’amante ed ingannar la nutrice » 315 Il Bandello al valoroso signor Muzio Colonna capitano ... » 325 Novella XXIV. — Una donna falsamente incolpata è posta per ésca ai lioni e scampa, e l’accusatore da quelli è divorato . » 326 Il Bandello al molto illustre signore Lodovico Tizzone conte di Deciana » 333 Novella XXV. — Mirabile astuzia usata da un ladro rubando ed ingannando il re de 1’ Egitto » 334 Il Bandello al molto cortese e magnifico signore il signor conte Bartolomeo Ferraro salute » 345 Novella XXVI. — Il signor Antonio Bologna sposa la du- chessa di Malfi e tutti dui sono ammazzati » 346 Il Bandello al molto cortese signore il signor Ermes Vesconte salute » 359 Novella XXVII. — Don Diego da la sua donna sprezzato va a starsi in una grotta, e come n’usci » 360 Il Bandello a la molto magnifica signora la signora Ippolita Vesconte ed Attellana salute » 391 Novella XXVIII. — Vari accidenti e pericoli grandissimi avvenuti a Cornelio per amor d’una giovane » 391 Il Bandello al magnifico messer Alessandro Pasolino dottor di leggi salute » 409 Novella XXIX. — Quanto semplicemente un cittadino forli- vese rispondesse ad un frate che predicava » 410 Il Bandello a l’illustrissimo signore Pirro Gonzaga marchese e signore di Gazzuolo salute » 413 Novella XXX. — Diversi detti salsi de la viziosa e lorda vita d’un archidiacono mantovano » 4^