Pagina:Baccini - Memorie di un pulcino, Bemporad & Figlio, Firenze, 1918.djvu/242


236 — il nome della mamma.... oh, quel nome nean¬ che da vecchi si dimentica : neanche sul punto di render l’anima a Dio! e mi sentii solle¬ vato in alto e condotto in men che si dice in un luogo tutto frescura e profumi. Ohe fosse il paradiso de’ polli ?... Oh ! ma qual vista ! Medoro mi teneva fra le zampe. Medoro mugolava e mi leccava le escoriazioni prodotte dal fuoco !... Medoro era stato il mio salvatore ! - 237 -