Pagina:Annalena Bilsini.djvu/281


— 271 —


Il dottore degli uomini indicò il nastrino verde che fioriva sul petto prominente del compagno.

— Cavaliere dei Santi Maurizio e Lazzaro, — disse, per mettere le cose a posto.


Rientrava intanto il calessino del battesimo, seguito a breve distanza da quello del parroco che, a sua volta, trasportava il parroco del paese accanto. Se non che le parti erano invertite; poichè se il prete miracoloso era esile come uno stelo d’avena, l’altro, corpulento e colorito, poteva competere col veterinario.

E fra di loro tutti si fecero grandi feste: amiconi, si ritrovavano quasi sempre assieme ai banchetti delle grandi occasioni, nelle famiglie ricche dei dintorni, e venivano invitati, oltre che per la loro autorità, per l’allegria sana che diffondevano intorno, ed anche perchè i loro discorsi uscivano dalle solite storie di raccolto, di commercio, di denaro.

Il veterinario, poi, era galante, e buongu-