Pagina:Alfieri, Vittorio – Tragedie, Vol. I, 1946 – BEIC 1727075.djvu/218


ATTO QUINTO

SCENA PRIMA

Antigone tra Guardie.

Su, mi affrettate, andiam; sí lento passo

sconviensi a chi del sospirato fine
tocca la meta... Impietosir voi forse
di me potreste?... Andiam. — Ti veggo in volto,
terribil morte, eppur di te non tremo. —
D’Argía sol duolmi: il suo destin (deh! dica)
chi ’l sa di voi?... nessun?... Misera Argía!...
Sol di te piango... Vadasi.


SCENA SECONDA

Antigone, Argia tra Guardie.

Argia  Di Tebe

dunque son io scacciata?... Io porto, è vero,
meco quest’urna, d’ogni mio desire
principio, e fin;... ma, alla fedel compagna
neppur l’ultimo addio!...
Antig.  Qual odo io voce
di pianto?...
Argia  Oh ciel! chi veggio?
Antig.  Argía!
Argia  Sorella...