Pagina:Alcune lettere delle cose del Giappone. Dell'anno 1579. insino al 1581, 1584.djvu/145


DEL GIAPPONE che fìauanopcr tutto ilrànovn tratto da maflro-.et fc chinvn ifteffo giorno fuffero ammalati treni a Jet barom, i principali, & con queflo lafció il fi,, gito libero d?ogm fufpetto <£r padron del tutto, L’altrafu che/pianò tutte le fartele del remo di TamatOjVCcif? tutti li capitani di quelle per fu/pet ti di poca fedeltà, fuggwgò quella tanto celebre ac a derma di Tonomine, & acciò che il regno di Tamari yiuejfe più quieto lo diede a Ceucceuìdono: per, io cheque fio lo defidefàua tutto il populo. Ma per che cofhu non ha figli, dicono che gli daranno de [noi. Trego V. Sfacci partecipi di quefla i nofìri, c he fono in Funay, vfuqui, iu, 7ioccu,&altri che fiar. «0 nel Xtrno, acciòfappiano nuoua delT. Votatore, che non ho tempo di fcriùère a tutti. Della[eftadi?/pbonanga harei molto da dire, ma dirufolo queflo con breuita, Certifico V. R. che eccettuando le cofedi Europa, mai hoviflo cofa fimi le. Fe [pianare-magran pia^a alla campagna che fare^ come tremitela roueadi Lisbonafcon la fua [barra come pergiofir are. V i furono molte fiati % e, o padiglioni per diuerfi,& quiui tutti li baroni per ordine con le loro liuree,Venne ’bfobonanva con mtfPP^to e gran fauna. Vreccdeuano alcu m belltfimi&velocifiimi caualli molto ben or nati, {“Sf ^ m T: a PP re JJoyeniua la [càia divelluto eh il padre gli diede,portata da quattro perfone tnf palla:veniua[ecogran numero di parafrenierive JUti con mille muentioni,<& gli altri poi a mano a mano per ordine. Furono poifatn mille giochi,giolire.