Pagina:Abrabanel, Juda ben Isaac – Dialoghi d'amore, 1929 – BEIC 1855777.djvu/97


le parti del corpo umano 91

come in microcosmos; e si truovono in lui non solamente diversi in virtú e operazione, ma ancor divisi per membri, parte e luoghi del corpo umano.

Sofia. Insegnameli tutti tre particularmente.

Filone. Il corpo umano si divide in tre parti (secondo il mondo), una sopra de l’altra. E de l’infima parte, la prima piú alta è da una tela o panniculo, che parte il corpo per mezzo ne la Centura, che si chiama diafragma, fin basso a le gambe. La seconda piú alta è di sopra a quella tela fino alla testa. La terza piú alta è la testa. Quella prima contiene li membri de la nutrizione e de la generazione: stomaco, fegato, fiele, melza, miseraici, stantini, reni, testiculi e verga. E questa parte nel corpo umano è proporzionata al mondo inferiore de la generazione ne l’universo: e si come in quello si generano de la materia prima i quattro elementi, fuoco, aere, acqua e terra; cosí in questa parte si generano, del cibo che è materia prima di tutti quattro gli umori: collera calda, secca e sottile, de la qualitá del fuoco; sangue caldo e umido, suavemente temperato, de la qualitá de l’aere; il flegma freddo e umido, de la qualitá de l’acqua; e l’umore malenconico, freddo e secco, de la qualitá de la terra. E si come de li quattro elementi si generano animali che, oltre la nutrizione e augumento, hanno il senso e il moto, e le piante che non hanno senso né moto ma solamente nutrizione e augumento, e altri misti privati d’anima, senza senso né moto né nutrizione né augumento, ma sono come feccie degli elementi, cioè pietre, funghi, sali e metalli; cosí da questi quattro umori, generati in questa parte prima e inferiore degli umori, si generano membri che hanno nutrimento, augumento, senso e moto, come li nervi e panniculi, lacerti e muscoli, e altri che non hanno da sé senso né moto, come son l’ossa, le cartilagini e le vene. Ancora del cibo e degli umori si generano altre cose, che non hanno senso né moto né nutrizione né augumento, ma son feccie e superfluitá del cibo e degli umori, come son le feccie dui e, l’orine, e li sudori e le superfluitá del naso e de l’orecchie. E si come nel mondo inferiore si generano alcuni animali di