Pagina:Abrabanel, Juda ben Isaac – Dialoghi d'amore, 1929 – BEIC 1855777.djvu/84

78 ii - de la comunitá d’amore

E questo è il secondo grado de la lor amicizia. E quando l’amor degli elementi è maggiore, piú unito e piú eguale, non solamente ricevono le forme de la mistione e le forme de l’anima vegetativa di nutrizione, augumento e generazione, ma ancor ricevono di piú le forme de l’anima sensitiva col senso e moto locale e con la fantasia e appetito. E di questo grado d’amicizia si generano tutte le spezie degli animali terrestri, acquatici e volatili. E alcuni ne sono imperfetti, che non hanno moto niuno, né de li sensi, se non quel del tatto; ma gli animali perfetti hanno tutti li sensi e movimento. E tanto è l’una spezie piú eccellente de l’altra ne la sua operazione, quanto l’amicizia de li suoi elementi è maggior e di maggior unione ed egualitá. E questo è il terzo grado d’amor negli elementi. Il quarto e ultimo grado d’amor e amicizia che si truova negli elementi, è che, quando vengono nel piú eguale amor e ne la piú unita amicizia ch’è possibile, non solamente ricevono in sé le forme mistive, vegetative e sensitive con le motive, ma ancor si fanno capaci a participare forma molto piú lontana e aliena da la viltá di questi corpi generabili e corruttibili; anzi participano la forma propria de li corpi celesti et eterni: la qual è l’anima; che solamente, fra tutti l’inferiori, si truova ne la spezie umana.

Sofia. E come fu possibile che l’uomo, essendo fatto di questi medesimi elementi contrari e corruttibili, abbi potuto sortir forma eterna e intellettuale, annessa a li corpi celesti?

Filone. Perché l’amor de li suoi elementi è tanto eguale uniforme e perfetto, che unisce tutta la contrarietá degli elementi, e resta fatto un corpo remoto d’ogni contradizione e opposizione; si come il corpo celeste, ch’è denudato d’ogni contrario: e per quello viene a partecipare quella forma intellettuale ed eterna, la qual solamente i corpi celesti suole informare.

Sofia. Non ho mai inteso di tal amicizia negli elementi. So ben che, secondo la perfezione de la complession di quelli, la forma del composto viene ad essere piú o men perfetta.

Filone. La complession degli elementi e la lor amicizia (come può stare li contrari uniti insieme senza litigio né con-