Pagina:Abrabanel, Juda ben Isaac – Dialoghi d'amore, 1929 – BEIC 1855777.djvu/453


INDICE E SOMMARIO ANALITICO



DIALOGHI D’AMORE



I


D’Amore e Desiderio, Dialogo primo. ||
 3
A||
α) Definizione di amore e desiderio, e ricerca della loro unitá. ||

Amore e desiderio contrari effetti, secondo Sofia, perché si ama ciò che si ha e si desidera ciò che non si ha (5-7). Tre opinioni contro questa tesi: a) amore del dilettevole e desiderio del dilettevole sono una sola cosa; b) semplice identitá del desiderare con l’amare (respinta); c) l’amore include il desiderio (7-8). Svolgimento della terza opinione: l’amore presuppone il conoscimento, ma non si dá conoscimento se non dell’essere, e quindi l’essere è fondamento dell’amore; ma anche il desiderio presuppone la cognizione e l’essere della cosa desiderata, anche se non posseduta (8-11). Distinzione di tre casi nei rapporti fra amore e desiderio: cose amate e desiderate; amate e non desiderate; desiderate e non amate (11-13).

β) L’utile, il dilettevole, l’onesto: Teoria delle virtú etiche. ||
Unitá e differenza di amare e desiderare: definizioni (13). L’utile, non mai amato e desiderato insieme; forme virtuose e viziose del desiderio dell’utile. Contrasto delle dottrine stoiche e peripatetiche sull’utile. Medietá ed estremi nell’amore dell’utile (14-16). Il dilettevole,