Pagina:Abrabanel, Juda ben Isaac – Dialoghi d'amore, 1929 – BEIC 1855777.djvu/300

294 iii - de l’origine d’amore


Sofia. Che vuole significare?

Filone. I comentari ordinari litteralmente s’affaticano in concordare questo testo, dicendo che prima parlò de la creazione di tutti due in somma, di poi dice il modo per estenso, come la donna fu fatta dal lato de l’uomo: ma veramente questo non satisfa, però che da principio vuole inferire contradizione in quello universale, ché non dice che prima creò Adam ed Eva, ma Adam solo maschio e femmina (e cosí il conferma ne l’ultimo: «e chiamò il nome di tutti due Adam, nel primo di che gli creò»), e non fa memoria di Eva in questa universalitá, escetto poi ne la divisione de le costelle; onde la contradizione resta in tutta la sua diffícultá.

Sofia. Che intendi adunque significare per questa opposizione de vocabuli?

Filone. Vuol dire che Adam, cioè l’uomo primo, il qual Dio creò nel dí sesto de la creazione, essendo un supposto umano conteneva in sé maschio e femmina senza divisione; e però dice che «Dio creò Adam ad immagine di Dio, maschio e femmina creò quelli»: una volta il chiama in singulare (Adam, uno uomo), l’altra volta il chiama in plurale («maschio e femmina creò quelli»), per denotare che, sendo un supposto, conteneva maschio e femmina insieme. Però comentano qui li comentari ebraici antichi in lingua caldea, dicendo: «Adam di due persone fu creato, d’una parte maschio, da l’altra femmina»; e questo dichiara ne l’ultimo il testo, dicendo che Dio creò Adam maschio e femmina, e chiamò il nome loro Adam, che dichiarò solo Adam contenere tutti due, e che prima un supposto fatto d’ambidue si chiamava Adam, però che non si chiamò mai la femmina Eva, fin che non fu divisa dal suo maschio Adam; dal quale pigliarono Platone e li greci quello androgeno antico, mezzo maschio e mezzo femmina. Di poi dice Dio: «Non è buono che l’uomo sia solo; facciànli aiutorio in fronte di lui»; cioè che non pareva che stessi bene Adam maschio e femmina in un corpo solo, colligato di spalle con contra viso, ché era meglio che la femmina fusse divisa, e che venisse in fronte a lui viso a viso, per poterli essere aiutorio. E per fare esperi-