Pagina:Abrabanel, Juda ben Isaac – Dialoghi d'amore, 1929 – BEIC 1855777.djvu/179


l’estasi amorosa 173

gior ammirazione che, essendo io stata si intima del tuo animo e patrona del tutto, che ora a gran pena mi sieno aperte le porte tue del vedermi e udirmi.

Filone. E s’io dormissi, m’accusaresti tu?

Sofia. Non, perch’il sonno ti scusarebbe, che suole i sentimenti levare.

Filone. Non men mi scusa la causa che me gli ha tolti.

Sofia. Che cosa li potria levare, come’l sonno, che è mezza morte?

Filone. L’estasi, ovvero alienazione, causata da l’amorosa meditazione, che è piú di mezza morte.

Sofia. Come può la cogitazione astraere piú l’uomo de’ sensi che ’l sonno, che getta per terra come corpo senza vita?

Filone. Il sonno piú presto causa vita, che la toglia: qual non fa l’estasi amorosa.

Sofia. A che modo?

Filone. Il sonno in due modi ne ristora, e a due fini è da la natura produtto: l’uno per far quietar l’instrumento de’ sensi e movimenti esteriori e recreare i spiriti che esercitano loro operazioni, acciò che non si risolvino e consumino per le continue fatiche de la vigilia; e l’altro per potersi servire de la natura de’ lor spiriti e calor naturale ne la digestione del cibo, che per farla perfettamente induce il sonno per il desistere de’ sensi e movimenti esteriori, attraendo i spiriti a l’interior del corpo per occuparsi con tutti insieme ne la nutrizione e ristorazione de l’animale: e ch’el sia cosí vedi i cieli, perché non mangiano e non si affaticano de’ suoi continui movimenti, son sempre vigilanti né mai dormeno, si che ’l sonno negli animali è piú presto causa di vita che simiglianza di morte. Ma l’alienazione fatta per la meditazione amorosa è con privazione di senso e movimento, non naturale ma violento; né in questa i sensi riposano né il corpo si ristora, anzi s’impedisce la digestione e la persona si consuma, si che, se ’l sonno mi scusaria di non averti parlato e visto, molto piú mi debbe scusare l’alienazione ed estasi amorosa.

Sofia. Vuoi che ’l vigilante, che pensa, dorma piú che quel che dorme?