Pagina:Abrabanel, Juda ben Isaac – Dialoghi d'amore, 1929 – BEIC 1855777.djvu/126

120 ii - de la comunitá d’amore

nascosero da suo padre Saturno, che amazzava tutti i suoi figliuoli.

Filone. L’allegorico è che Saturno è ruinatore di tutte le bellezze ed eccellenzie che pervengono nel mondo inferiore dagli altri pianeti, e massimamente di quelle che vengono da Giove che sono le prime e le piú illustre, come è la giustizia, la liberalitá, la magnificenzia, la religione, l’ornamento, il splendore, la bellezza, l’amore, la grazia, la benignitá, la libertá, la prosperitá, le ricchezze, le delizie, e cose simili; de le quali tutte Saturno è ruinatore e distruggitore. E quegli che hanno ne’ suoi nascimenti Saturno potente sopra di Giove, è dannificatore di quegli e fa ruinare in loro tutte queste nobiltá, ovvero le offusca, si come Iuppiter cretense, essendo fanciullo e debile di forze, fu nascoso da la malivolenzia di Saturno suo padre, che lo voleva uccidere per essere potente sopra di lui.

Sofia. E qual’è l’allegoria di quello che dicono che, essendo Saturno in prigione de’ Titani, Iuppiter suo figliuolo con sufficienti forze il liberò?

Filone. Significano che, essendo Iuppiter forte ne la nativitá d’alcuno, ovvero in principio di qualche edifizio o abitazione ovvero opera grande, se si truova con buono aspetto superante Saturno, libera quel tale d’ogni calamitá miseria e prigionia, e reprime tutti i suoi infortuni.

Sofia. E quello che dicono, che Iuppiter, dipoi che ebbe liberato Saturno, il privò del regno e il confinò ne l’inferno, che significa?

Filone. Una volta l’istoria è che Iuppiter, dipoi che ebbe liberato il padre di prigione de’ Titani, gli levò il regno e fecelo fuggire in Italia; e quivi regnò in compagnia di Iano, e principiò una terra dove ora è Roma, e cosí confinato mori. Li poeti chiamano inferno Italia, si per essere a quel tempo inferiore a Creta, che esso re la reputava inferno a respetto del suo regno, come perché in effetto Italia è inferiore a la Grecia per essere piu occidentale, però che l’oriente è superiore a l’occidente: ma l’allegoria è che, essendo Giove piú potente che Saturno in qual si voglia persona o atto, esso leva il dominio di quel tale