Il Tesoro I/Libro I/Capitolo XXXI

Capitolo XXXI. Del regno degli Arginois..

../Capitolo XXX ../Capitolo XXXII IncludiIntestazione 4 ottobre 2015 75%

Brunetto Latini - Il Tesoro, volume I (XIII secolo)
Traduzione dalla lingua d'oïl di Bono Giamboni (XIII secolo)
Capitolo XXXI. Del regno degli Arginois..
Libro I - Capitolo XXX Libro I - Capitolo XXXII
[p. 88 modifica]

Capitolo XXXI.


Del regno degli Arginois1.


Lo regno degli Arginois cominciò in quell’anno medesimo che Iacobbe e Esaù figliuoli di Isac furon nati2. Foroneus fu il primo, che diè legge alli Greci, nella città d’Atene, e che stabilì che le cause e li giudicamene fossero dinnanzi a lui [p. 89 modifica]giudicati3, e ’l luogo ove si faceano giudizi fosse appellato ferone4, per lo nome suo.

E sappiate che il regno degli Arginois durò duecento sessantaquattro anni. E fu distrutto al tempo di Danao re di Grecia, di cui il conto parla qui dinnanzi.



Note

  1. Arginois, il t Arginos. Vuol dire Argivi. - Dario, in fine e nel capitolo seguente, corretto Danao col t.
  2. Il t aggiunge Dont Inachus fu premierement rois, et puis aprés Foroneus, ses filz. Icist Foroneus fu cil etc. La stampa legge Deforencus fu. Con uno strafalcione compensa il lettore della lacuna. Brunetto al capitolo XVII di questo libro aveva detto: il re Foroneus fu il primo che la pesse (la legge) ai Greci.
  3. Il t et le jugemenz fussent devant lui jugiez. La stampa e li giudicamene fossero dinanzi a giudici. Con lieve modificazione corressi il manifesto errore.
  4. Il t Forum, con maggior verisimiglianza, se bastasse l’orecchio a giudicare delle etimologie.