Il Canzoniere (Bandello)/Alcuni Fragmenti delle Rime/XV - Non sparge quinci e quindi l'Apennino

XV - Non sparge quinci e quindi l'Apennino

../XIV - Non vider mai gli antichi o nostri tempi ../XVI - Se questa, cui non vede par il sole IncludiIntestazione 11 luglio 2013 75% Poesie

XV - Non sparge quinci e quindi l'Apennino
Alcuni Fragmenti delle Rime - XIV - Non vider mai gli antichi o nostri tempi Alcuni Fragmenti delle Rime - XVI - Se questa, cui non vede par il sole

 
Non sparge quinci e quindi l’Apennino,
pagando a l’uno e a l’altro mar il fio,
fonte, né fiume: né da l’Alpi rio
casca nel pian lombardo lor vicino,

ch’aguagli il dotto fiume e cristallino5
del Mencio fortunato, ov’apparío
l’alta beltá che tanto m’infollío,
che riverente ognor il cor l’inchino.

Queste le belle sono e lucide acque
u’ Virgilio le Muse pria lavaro,10
quand’ei fanciullo nella culla giacque.

Né, per quel, tanto al ciel giammai s’alzaro
quant’oggi s’alzan per costei che nacque
di grazia e di beltate esempio raro.