Apri il menu principale
Giovanni Giuseppe Gizzi

Giovanni Melilli 1891 D canti cantastoria Di canti di gioia Intestazione 12 settembre 2008 75% canti

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

 
Di canti di gioia,
di canti d’amore
risuoni la vita,
mai spenta nel core,
non cada per essi la nostra virtù
non cada per essi la nostra virtù.
 
Dai lacci sciogliemmo
l’avvinto pensiero
ch’or libero spazia
nei campi del vero;
e sparsa la luce sui popoli fu
e sparsa la luce sui popoli fu.
 
Ribelli ai tiranni,
di sangue bagnammo
le zolle d’Italia;
fra l’armi sposammo
in sacro connubio la Patria al saper
in sacro connubio la Patria al saper.

La Patria faremo
coi petti, coi carmi,
superba nell’arti,
temuta nell’armi,
regina dell’opre del divo pensier
regina dell’opre del divo pensier.


Altri progetti

Collabora a Wikipedia Wikipedia ha una voce di approfondimento su Di canti di gioia