Chi va cherendo guerra e lassa pace

Bonagiunta Orbicciani

Guido Zaccagnini/Amos Parducci XIII secolo Indice:Rimatori siculo-toscani del Dugento.djvu Duecento Chi va cherendo guerra e lassa pace Intestazione 16 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rimatori siculo-toscani del Dugento

[p. 87 modifica]

XV

Si rifletta prima di operare e di dire.

Chi va cherendo guerra e lassa pace,
ragion è che ne pata penitensa:
chi non sa ben parlar me’ fa se tace,
non dica cos’altrui sia spiagensa.
Chi adasta lo vespaio follia face,
e chi riprende alcun sanza fallensa,
e’ fra cent’anni si trova verace,
chi ha invidia di sé, d’altrui mal pensa.
Se vo’ saveste quel ch’i’ so di voi,
voi n’avereste gran doglienz’al core
e non direste villania d’altrui.
Però ne priego ciascuna di voi,
sapete ’l mal? tenetelo nel core;
se non volete udir, non dite altrui.